Carte prepagate con iban: cosa sono, come funzionano, quali sono le migliori

Uno strumento finanziario che risponde perfettamente alle esigenze di quei clienti che non vogliono o non possono avere una carta di credito classica è la carta prepagata con iban. Si tratta di uno strumento finanziario che riesce a racchiudere in sè tutte le caratteristiche principali di una carta prepagata e di un conto corrente. Pensi che possa essere il prodotto che fa al tuo caso? Scopri caratteristiche e vantaggi di questo strumento finanziario.

Che cosa sono le carte prepagate con iban

Le carte prepagate con iban sono uno strumento finanziario che rappresentano il perfetto connubio fra una classica carta prepagata e un conto corrente. Come le prime, infatti, la carta conto può essere utilizzata per effettuare prelievi in contanti e per fare acquisti e pagamenti sia on che off line. La sua particolarità, però, che l’accomuna ad un conto corrente, è quella di avere a disposizione un iban che quindi consente sia di fare che di ricever bonifici. Questo aspetto non è da sottovalutare perché la carta prepagata con iban è a tutti gli effetti uno strumento in grado di sostituire i ben più costosi conti corrente a fronte di funzionalità che non sono ovviamente uguali ma abbastanza simili. Per questo motivo sono un prodotto molto amato soprattutto dai più giovani e da coloro che non vogliono sostenere spese ed oneri di un conto corrente classico. Inoltre sono apprezzate anche per la semplicità con la quale possono essere attivate.

Come funzionano le carte prepagate con iban

La carta prepagata con iban funziona come tutti gli altri prodotti simili che, però, non sono dotati di codice identificativo. La sua caratteristica principale risiede nel fatto che può essere utilizzata in relazione alla quantità di denaro che vi è stato versato ma, in base a questa disponibilità, può essere impiegata indistintamente per effettuare pagamenti, acquisti e prelievi di contante. Avere Un iban collegato, inoltre, ti dà l’opportunità di poter utilizzare la carta anche per pagare l’affitto, per effettuare dei bonifici o per riceverli, per pagare le utenze e molto altro ancora. Una volta che il denaro sulla carta è esaurito, è possibile ricaricare l’importo desiderato scegliendo una delle modalità a disposizione della carta ma anche effettuando un bonifico direttamente da un altro conto corrente. La carta prepagata con iban può essere utilizzata anche per l’accredito dello stipendio o per la domiciliazione delle utenze, sempre ovviamente che i fondi siano sufficienti.

Chi può richiedere la carta prepagata con iban

Uno degli aspetti più amati delle carte prepagate con iban è rappresentato dal fatto che possono essere richieste in modo semplice e veloce. Il fatto che possano essere utilizzate esclusivamente per l’importo che vi è stato versato, mette al riparo gli istituti di credito da ogni eventuale rischio di insolvenza. Per questo motivo sono un prodotto finanziario adatto anche a chi è inserito nelle liste dei cattivi pagatori e a chi, per mancanza di un reddito dimostrabile, non può ottenere una carta di credito classica. Anche i minorenni possono richiedere e ottenere una carta prepagata con iban ma ovviamente la domanda deve essere corredata dalla garanzia di un genitore che ne è tutore. Infine possono richiedere le carte prepagate con iban anche gli stranieri che non hanno cittadinanza italiana, purché sia in possesso di un documento di riconoscimento e del codice fiscale.

Vantaggi e limiti delle carte prepagate con iban

Fra i vantaggi principali della carta prepagata con iban c’è il fatto che questo prodotto finanziario ha dei costi di apertura e di gestione davvero convenienti: addirittura molti istituti di credito la rilasciano a titolo gratuito e comunque quasi mai è previsto un canone mensile particolarmente esoso. Ovviamente molto dipende dall’istituto di credito che rilascia la carta ma in generale le spese sono sempre molto contenute. Inoltre si tratta di prodotti finanziari facilmente gestibili online, visto che nella maggior parte dei casi le carte prepagate sono collegate a specifiche app che consentono la gestione tramite smartphone. Infine possono essere ricaricate in modo abbastanza veloce in tanti modi diversi. Nonostante i tanti vantaggi, però, ci sono anche degli aspetti negativi che caratterizzano queste carte. Uno di questi è il fatto che possono essere utilizzate esclusivamente fino al raggiungimento massimo della somma versata sulla carta, quindi non tutte le spese sono consentite nell’immediato. Esistono poi dei vincoli relativi alla giacenza massima di denaro, che nella maggior parte dei casi non supera mai i 3000 euro. Infine non sono un conto corrente vero e proprio, quindi non possono essere sfruttate per richiedere un mutuo o un finanziamento.

Quali sono le migliori carte prepagate con iban

Se dopo aver analizzato tutte le caratteristiche delle carte prepagate con iban, sei del parere che questo prodotto possa soddisfare le tue esigenze, ecco allora quali sono le migliori attualmente sul mercato.

  • PostePay Evolution: emessa dalle poste, fa parte del circuito Mastercard, ha un costo di attivazione di 5 euro e un canone annuale di 12 euro
  • Hype: appartenente al circuito Mastercard, non ha spese di apertura né di gestione. Consente un plafond massimo di 2500 euro
  • Revolut: la carta prepagata con iban perfetta per chi viaggia, visto che consente di prelevare senza spese in oltre 120 valute differenti
  • N26: anche questa carta appartiene al circuito Mastercard. Non ha costi di attivazione né canone annuale di utilizzo

Lascia un commento