PostePay – Come funziona, Recensioni e Opinioni

PostePay è la carta prepagata più famosa e richiesta dai giovani e dagli adulti, emessa da Poste Italiane, offre caratteristiche vantaggiose, adatte ad ogni necessità.

Una soluzione semplice e comoda che permette di effettuare acquisti online e nei negozi che l’accettano e, di prelevare contante in Italia e all’estero.

Un mezzo di pagamento sicuro che può essere ricaricato con facilità e utilizzato ovunque, grazie all’adesione al circuito VISA Electron.

Cos’è Carta PostePay

Nel corso degli anni i prodotti Poste Italiane sono aumentati e, un gran successo è stato riscosso anche dalla PostePay Evolution, una carta ideale per chi vuole beneficiare delle caratteristiche della versione Standard e la comodità di un IBAN senza necessariamente aprire un conto corrente.

Ci soffermiamo sulla PostePay Standard, carta prepagata completa e funzionale che può essere richiesta anche dai minorenni (Junior) per acquistare nei negozi fisici, effettuare pagamenti online e prelievi presso gli ATM Visa in tutto il mondo.

Non è associata ad alcun conto corrente e non ha l’IBAN. La versione più recente di PostePay è anche contacless, il che permette di effettuare acquisti senza inserire la tessera nel POS e il PIN per importi inferiori ai 25 euro.

I clienti di carta PostePay possono gestirla sia in modalità offline che online, tramite sportelli postali, ATM Poste Italiane, dal sito web o dall’app Postepay, disponibile per iOS e Android.

  • Tipo di carta: Prepagata ricaricabile
  • Banca: PostePay S.p.A.
  • Circuito: Visa
  • Plafond: 50.000 €
  • Prelievi: sì, con la carta fisica
  • Canone: Gratis
  • Limite: ricarica annuale 50.000 euro, prelievo: 250 euro al giorno, pagamenti: 3.000 euro al giorno
  • Bonifici: No

Come funziona PostePay

Carta PostePay è una ricaricabile ed è adatta per viaggiare e per esigenze di vita di tutti i giorni. Grazie alle sue caratteristiche vantaggiose è la prima scelta per molti giovani e adulti che non vogliono aprire un conto corrente.  Facile da richiedere, ottenere e utilizzare.

Ottenere PostePay

È possibile richiedere carta PostePay presso uno degli uffici postali sparsi  in tutta Italia. Basta presentarsi allo sportello con i propri documenti. Se non si è già registrati nell’anagrafica di Poste Italiane, viene creato un profilo e bisogna presentare carta d’identità e codice fiscale.

Anche i minorenni possono fare richiesta ma i documenti dovranno essere fermati da un genitore, presenta al momento della richiesta. Dopo il pagamento della quota richiesta per il rilascio, la carta viene consegnata in una busta, in cui è presente anche il PIN.

Per attivare la carta bisogna effettuare una ricarica di almeno 5 euro, dopodiché, potrà essere utilizzata ovunque online e offline.

Utilizzare PostePay

Con PostePay Standard è possibile accedere a diversi vantaggi e operazioni, puoi:

  • Effettuare pagamenti nei rivenditori online e fisici tramite circuito Visa
  • Ricaricare online tramite l’App PostePay
  • Ricaricare altre PostePay
  • Effettuare prelievi allo sportello e gli ATM Visa
  • Pagare i bollettini postali tramite l’App PostePay
  • Controllare tutti i movimenti grazie all’app e all’homebanking
  • Accedere al servizio di Sicurezza Web
  • Usufruire del servizio P2P per scambiare denaro in tempo reale con altri possessori di carta PostePay

Ricaricare PostePay

Sono disponibili diverse modalità di ricarica PostePay:

  • In contanti recandosi presso un qualsiasi ufficio postale, nelle ricevitorie e nei punti vendita abilitati.
  • Con altra carta di debito, di credito o prepagata, recandosi presso le ricevitorie abilitate, presso gli ATM Postamat e online. Inoltre, è possibile trasferire fondi da un’altra Poste Pay.
  • Da un conto online abilitato a scelta tra i Conti BancoPosta e quelli della banca convenzionata BPM.

I tempi di ricarica sono immediati in tutte le modalità, anche se in alcuni casi potrebbe esserci qualche piccola differenza dipesi dallo strumento di pagamento utilizzato.

Quanto costa PostePay?

PostePay è una carta prepagata gratuita per ciò che riguarda il canone annuo. Ha comunque alcuni piccoli costi relativi alla sua gestione.

Costi di attivazione

L’emissione di carta PostePay prevede il pagamento di 10 euro, a quali bisogna aggiungere il costo della prima ricarica per l’attivazione, pari a 5 euro. Il contributo è una tantum.

Costi di gestione

Utilizzare PostePay per effettuare i pagamenti online e nei negozi non ha alcun costo, mentre c’è ne sono altri su diverse operazioni:

  • Prelievo da ATM PostaMat – € 1
  • Prelievo da ATM in UE – € 1
  • Prelievo da ATM Extra UE – € 5
  • Costo ricarica in Posta, tramite il sito ufficiale e l’app – € 1
  • Ricarica nelle ricevitorie e punti vendita aderenti – € 2

PostePay è sicura?

Carta PostePay integra un sistema di sicurezza Web che permette di effettuare acquisti in rete senza preoccuparti di nulla. Le operazioni sono convenzionate al protocollo 3D Secure e vengono autorizzate solo inserendo la password che viene inviata sul numero di telefono tramite un SMS gratuito.

Il numero di telefono è quello da te fornito al momento dell’apertura della PostePay, dovrai solo abilitarlo alla Sicurezza Web per poter effettuare operazioni online in sicurezza.

Quali sono i vantaggi?

PostePay è una carta prepagata gratuita che grazie al circuito Visa può essere usata praticamente ovunque online e nei negozi. È richiedibile da qualunque cittadino residente in Italia e può essere ricaricata con facilità, grazie alle varie modalità disponibili, tra cui, quella in contanti.

Un punto di forza di questa carta è quello di non aver un canone annuo e un costo di rilascio molto contenuto, il tutto senza perdere la possibilità di eseguire la maggior parte delle operazioni della vita di tutti i giorni.

Quali sono gli svantaggi?

Tra gli svantaggi della PostePay Standard evidenziamo la sola possibilità di farne richiesta presso gli uffici postali in presenza. Non è possibile svolgere la procedura tramite il sito, né tanto meno procedere all’inserimento di documenti, in caso si abbia necessità di aggiornarli.

Inoltre, anche l’assistenza clienti non è tra le più reattive, nonostante sia possibile utilizzare l’app e il sito per contattare un operatore, oltre che il numero 800.003.322 dall’Italia.

Opinioni e conclusioni

PostePay è un buon prodotto, soprattutto se confrontato con altre carte ricaricabili simili presenti sul mercato. L’assenza di canone annuo e la possibilità di ricaricare anche in contanti, sono dei punti di forza che hanno reso la carta molto popolare.

L’appartenenza al circuito Visa ne estende l’uso in tutto il mondo. Molto interessante anche la possibilità di richiesta della carta da parte di minori, grazie alla versione Junior.

Ci sono alcuni punti critici come la sola emissione presso gli uffici postali, altre carte ricaricabili hanno il vantaggio di poter essere richieste online. Inoltre, le opinioni degli utilizzatori segnalano un’assistenza clienti debole, non sempre veloce ed efficiente.

Per quanto riguarda l’operatività, il giudizio è molto buono, soprattutto dal punto di vista della sicurezza e dei costi, che possono essere contenuti se si scelgono alcuni metodi di ricarica rispetto ad altri.

Diritto di Recesso

È possibile recedere e disattivare la PostePay in qualsiasi momento e senza penalità. È sufficiente recarsi presso un ufficio postale con la carta e i documenti di riconoscimento.

Come disattivare PostePay

Se vuoi chiedere la disattivazione della PostePay prima della naturale scadenza recati presso uno sportello di Poste Italiane. La procedura è molto veloce e non sono previsti costi.

Se sulla carta ci sono dei soldi disponibili, puoi chiederne il rimborso prima di effettuare la disdetta. Dopo questa procedura, la carta sarà disattivata e non potrà più essere utilizzata e l’operatore allo sportello provvederà a tagliarla.

Alternative a PostePay

Vuoi un’alternativa a PostePay Standard Ricaricabile? Puoi provare la versione evoluta con IBAN, PostePay Evolution, oppure, Paypal Prepagata o carta SuperFlash, rilasciata da Intesa San Paolo, ideale per i giovani che vogliono le funzionalità di un conto corrente senza aprirne uno.

Lascia un commento